Il paesaggio non è fra le quattro dimensioni più importanti nel determinare la soddisfazione generale per la propria vita (Salute, Reti, Quotidiano e Benessere economico, secondo l’indagine Clima di opinione, IRES, 2009).

Gli indicatori considerati dal BES riguardano due aspetti: il paesaggio sensibile e il paesaggio geografico.

Il Piemonte risulta nono nella classifica di questa dimensione, penalizzato dalla qualità della programmazione dello sviluppo rurale nei PSR regionali (tredicesima in Italia e dalla) spesa pubblica dei comuni per la cultura (undicesima). Molto positivi i dati su erosione dello spazio rurale da abbandono e presenza di paesaggi rurali e densità di verde storico e Parchi urbani di notevole interesse pubblico storici (seconda migliore in Italia nei tre indicatori) e tasso di abusivismo edilizio (terza miglior regione). Considerando anche l’indicatore della Preoccupazione per il deterioramento delle valenze paesaggistiche, il Piemonte risulterebbe settimo. Si tratta tuttavia di un indicatore del quale è difficile determinare il segno. La preoccupazione potrebbe infatti derivare tanto da una maggiore sensibilità dei cittadini quanto da una situazione paesaggistica più compromessa.

QV Paesaggio

Per approfondire: Metodologia BES per la dimensione Paesaggio.